Ce site utilise des cookies afin d’améliorer votre expérience de navigation.
En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies et autres traceurs à des fins de mesure d’audience, partage avec les réseaux sociaux, profilage.

La société d’avocats Damy

La Société d'avocats Damy à Nice assure une prestation de haut niveau, de la consultation d’un avocat à la représentation en justice. Les avocats du cabinet sont compétents en droit des affaires, des sociétés, droit immobilier, droit bancaire, droit social, droit des victimes et cas de dommages corporels. Membre de l’Association des avocats praticiens en droit social, Maître Grégory Damy dispose de certificats de spécialisation.  

Sì, nel processo di Apple River contro Samsung, due avversari nel mercato della telefonia mobile, il verdetto cade il 24 agosto 2012. La posta in gioco è alta: Samsung potrebbe non essere autorizzata a commercializzare la propria linea di prodotti Galaxy e i computer tablet negli Stati Uniti, mentre Apple verifica la propria strategia globale in materia di brevetti.

Si tratta di una sentenza complessa, poiché non meno di 700 punti devono essere analizzati in dettaglio e tutte le loro implicazioni devono essere comprese. Samsung è già stato giudicato colpevole di aver violato il brevetto Apple relativo al rimbalzo a fondo pagina, su tutti i suoi modelli. La denuncia presentata da Apple riguarda principalmente la progettazione dei dispositivi e delle icone del gruppo coreano, che l'impresa considera troppo simili ai propri. Tuttavia, riconosce che "le icone nelle versioni precedenti di smartphone Samsung sembrava diverso, perché avevano tutti i tipi di forme, invece di apparire come un campo di icone quadrate con angoli arrotondati. E' quindi deplorevole che una legge sui brevetti possa essere presieduta da un monopolio su rettangoli con angoli arrotondati o su una tecnologia in costante evoluzione.

Samsung è abbattuto, però. in questa guerra dei brevetti, anche se il caso non è ovviamente finita e le estensioni sono da temere. Infatti, è da notare che mentre Apple e Samsung insieme rappresentano oltre la metà delle vendite globali di smartphone, che il gruppo mela è stato un pioniere in questo segmento, la Corea del Sud è ancora il numero uno. La violazione dei brevetti sulle mele costerà ai sudcoreani la somma di 1.049.343.540,00 dollari, pari a un terzo dei profitti netti del primo trimestre.

Google, gigante di Internet, direttamente colpito da un tale conflitto, ritiene che i punti controversi non riguardano il cuore del suo sistema operativo mobile, o anche il cuore di Android, utilizzato da Samsung. Essa è tuttavia preoccupata per il rischio di un aumento dei prezzi sul mercato. Mountain View, guidata da Larry Page, dice che stanno lavorando con "partner per dare ai consumatori prodotti innovativi e a prezzi accessibili, e non vogliamo che nulla di limitare questo. Una "tassa Apple" aumenterebbe il prezzo di tutti gli smartphone se Apple imponesse royalties ai produttori concorrenti: nell'ottobre 2010 l'azienda produttrice di mele aveva chiesto a Samsung 40 dollari per dispositivo. Questo riduce notevolmente il vantaggio competitivo dei dispositivi Android in termini di prezzo rispetto all'iPhone.

Quindi, più che una vittoria per Apple, non sarebbe una sconfitta per il consumatore americano? Samsung sostiene di fare affidamento esclusivamente sul giudizio dei consumatori e del mercato.

società Avvocati DAMY