Ce site utilise des cookies afin d’améliorer votre expérience de navigation.
En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies et autres traceurs à des fins de mesure d’audience, partage avec les réseaux sociaux, profilage.

La société d’avocats Damy

La Société d'avocats Damy à Nice assure une prestation de haut niveau, de la consultation d’un avocat à la représentation en justice. Les avocats du cabinet sont compétents en droit des affaires, des sociétés, droit immobilier, droit bancaire, droit social, droit des victimes et cas de dommages corporels. Membre de l’Association des avocats praticiens en droit social, Maître Grégory Damy dispose de certificats de spécialisation.  

Menzionata all'articolo 1 della legge 85-677 del 5 luglio 1985, il "coinvolgimento" sembra essere una delle componenti essenziali del sistema di risarcimento per le vittime di incidenti stradali.

Tuttavia, mentre il coinvolgimento di un veicolo a motore terrestre che è venuto a contatto con la sede del danno pone (a priori) poche difficoltà, la valutazione del suo coinvolgimento in assenza di contatto genera grandi incertezze.

Infatti, secondo una giurisprudenza ormai consolidata, l'autoveicolo terrestre a contatto con la sede del danno è necessariamente coinvolto, sia che quest'ultimo sia fermo, anche se parcheggiato, sia che sia in movimento. (Cass. 2a civ., 25 gennaio 1995- Corte di Cassazione, 2a camera civile, 30 aprile 2014 - n° 13-16.291)

Tuttavia, l'assenza di contatti non preclude il riconoscimento del coinvolgimento di un veicolo (Cass. crim., 30 ottobre 1989.).

Il "qualche ruolo" o "intervento in qualsiasi modo" del veicolo nell'incidente è stato poi mantenuto.

Pertanto, anche se la semplice presenza di un veicolo sul luogo dell'incidente non è sufficiente a stabilire il suo coinvolgimento (Civ. 2e, 25 maggio 1994, n. 92-19.200 - Civ. 2e, 13 dicembre 2012, n. 11-19.696.), quest'ultimo viene riconosciuto non appena il veicolo ha svolto un ruolo di disturbo.

Ad esempio, è stato possibile mantenere il coinvolgimento di un veicolo sorpassato, viaggiando a velocità molto ridotta e invadendo la carreggiata, nonostante l'assenza di contatto con il sedile del danno. (Civ. 2e, 18 aprile 2019, n. 18-14.948.).

Più che il contatto, è il ruolo causale, inteso in senso lato, che sembra determinare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente stradale.

In questo senso, la seconda camera civile della Corte di Cassazione ha emesso il 16 gennaio 2020 una sentenza che dissipa ulteriormente le ombre sul coinvolgimento di un veicolo in assenza di contatto.

In questo caso, la madre e la sorella di una vittima di un incidente stradale, hanno convocato il proprietario e il conducente di un trattore per il suo coinvolgimento ai sensi dell'articolo 1 della legge 5 luglio 1985, n. 85-677, che ha avuto un ruolo nell'incidente.

La vittima aveva sbandato sulla carreggiata scivolosa a causa della presenza di olio, versato involontariamente dal trattore a causa di una perdita.

Il proprietario del trattore e il suo conducente si sono lamentati di fronte alla decisione della divisione civile della Corte d'appello di Saint-Denis del 20 aprile 2018 che li obbligava in solido a risarcire la vittima per il coinvolgimento del trattore nell'incidente.

È quindi con sentenza del 16 gennaio 2020 che la Corte di Cassazione (Cass. 2e., 16 gennaio 2020, n° 18-23.787, P+B+I) ha confermato la Corte d'Appello senza la sua valutazione del coinvolgimento del trattore, respingendo il ricorso.

"(...) Ma avendo esattamente ricordato, per i motivi adottati, cioè coinvolti, ai sensi dell'articolo 1 della legge 5 luglio 1985, n. 85-677, qualsiasi veicolo che abbia avuto un qualsiasi ruolo nel verificarsi di un incidente e avendo poi constatato che il veicolo di Z aveva sbandato sulla carreggiata resa scivolosa dalla presenza di olio "involontariamente fuoriuscito" dal trattore guidato dal sig. X, la Corte d'Appello (...) ha giustamente dedotto che il trattore è stato coinvolto nell'incidente.

Va qui rilevato che la Corte valuta letteralmente la nozione di "qualsiasi ruolo" già individuata nella precedente giurisprudenza.

Così il "coinvolgimento", termine che il legislatore intende allargare, viene valutato a favore della vittima, e sembra essere mantenuto non appena un veicolo svolge un "ruolo", di qualsiasi natura, nel verificarsi dell'incidente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna