Abrogare la cosiddetta IVA "sociale"; L. fine. rett. 2012, n ° 2012-958, 16 agosto 2012, art. 1 GU 17 agosto L'aumento del tasso IVA normale dal 19,6% al 21,2%, che entrerà in vigore il 1 ° ottobre 2012, è abrogata. Articolo 2 V, la prima legge complementare bilancio 2012 (L. fine. Rect. 2012, No. 2012-354, 14 marzo 2012, GU March 15) istituito un incremento di 1,6 punti percentuali del tasso standard IVA a partire dal 1 ottobre 2012 (compreso il cosiddetto "sociale"). Così, il tasso normale è stato quello di salire dal 19,6% al 21,2%. L'articolo 1 della seconda legge di bilancio suppletivo per il 2012 abroga la detta disposizione anche prima della sua entrata in vigore. L'aliquota IVA normale rimane fissato al 19,6% in Francia. In Corsica, il tasso dell'8% (lavoro immobiliare, le vendite di macchine per l'agricoltura, che fornisce alloggi in arredato, le vendite di mangiare-in, vendite di energia elettrica effettuate in bassa tensione) e il 13% (la vendita di prodotti petroliferi), che erano essere 8,7% e 14,1% rispettivamente identificati, rimanere immutato. Di conseguenza, la riduzione dei contributi dei datori di lavoro per gli assegni familiari, che ha accompagnato l'aumento dell'aliquota IVA standard viene eliminato.